L’attenzione sulle misure di sicurezza e gli aspetti tecnici-organizzativi per la riapertura degli istituti scolastici lasciano senza risposte alcune questioni urgenti: le diseguaglianze educative aggravate dall’emergenza Covid, il rafforzamento di luoghi e metodi di apprendimento innovativi, equi e inclusivi, l’attenzione per chi è rimasto escluso durante il lockdown, l’investimento sui patti educativi territoriali pre-Covid. Senza indicazioni chiare sono a rischio i diritti di migliaia di minori. Senza investimenti co-progettati a partire dai bisogni reali delle comunità educanti è alto il rischio di crescita della povertà educativa che, se sommata a un tessuto socio-economico carente, alimenta la povertà economica in una spirale negativa e senza fine.  

Se nel 2019 la dispersione in Italia riguardava il 14,5% dei giovani, quanti saranno gli studenti e le studentesse che nel 2020 lasceranno lo studio quando oltre un milione di minori – in particolare quelli in povertà assoluta, in periferie o zone isolate e degradate, o portatori di disabilità- sono stati colpiti dalla dispersione digitale, con effetti non solo sul blocco dell’apprendimento ma anche a livello psicologico e sociale? 

Le incertezze e le urgenze che gli istituti scolastici stanno con coraggio affrontando in autonomia e con personale insufficiente, mettono a rischio la continuità dei programmi realizzati insieme agli enti del terzo settore. Quei programmi per il contrasto dell’abbandono scolastico, la lotta alle discriminazioni e la violenza di genere, la promozione dell’educazione civica e la partecipazione. Percorsi che permettono alla scuola di essere un laboratorio di democrazia in cui i diritti umani non sono meramente insegnati nel curriculum, ma sono vissuti, a tutti i livelli, da parte della comunità scolastica e quella educante.  

Tali programmi sono il vero antidoto alla crescita dell’esclusione e della disuguaglianza. Un impegno che ActionAid porta avanti insieme a più di 24.000 bambini e bambine, studenti e giovani a livello nazionale ed europeo, in più di 300 istituti scolastici. Lo sforzo messo in atto dalle organizzazioni per adeguare gli interventi progettuali, supportare le famiglie e le scuole anche durante il lockdown, rischia così di essere vano. Nella lotta alla dispersione scolastica e alla povertà educativa potrebbero essere cancellati i progressi fatti dalle comunità educanti più a rischio se non verrà garantita la possibilità di intervento e l’attenzione ai più fragili.  

#GazzaLadraVola

Aprile 21, 2020

#GazzaLadraVola è un volo oltre i limiti fisici, perché la distanza fisica non diventi anche distanza sociale.

 Il Centro Gazza Ladra ha dovuto chiudere la sede, ma non si è mai fermato!

Domandandosi come "far volare" la Gazza Ladra oltre le distanze e stare sempre vicino ai ragazzi e alle famiglie, ha riprogrammato tutte le attività online e ne ha inventate anche di nuove.

Per ulteriori informazioni sul progetto e sui servizi: https://www.centrogazzaladra.com/glv?fbclid=IwAR2POJ3zUxPE26gNsqN54nIypxJ_FEU9bwkf7mbH8G9-dvJ-sjyJKs-b19M

Sta per arrivare il compleanno del tuo bambino e sai che non potrà festeggiare con i suoi amici? Non scoraggiarti, gli auguri glieli farà il suo supereroe preferito. E’ questa la proposta dell’Agenzia di Animazione Markkè per rallegrare i compleanni dei bambini che festeggeranno durante la quarantena affinché il coronavirus non spenga la loro gioia.

Basta contattare il 3342381442, indicare il personaggio preferito del piccolo e subito gli animatori provvederanno a recapitare il video di auguri

Inoltre tutti i pomeriggi alle 18.00 i personaggi delle favole e i supereroi tengono compagnia ai tuoi bambini coinvolgendoli in tante attività. Visita la pagina https://www.facebook.com/Markk%C3%A8-animazione-482690621895490/

 

 

Fonte: https://www.csvnapoli.it/compleanno-in-quarantena-festeggia-con-il-tuo-supereroe-preferito/?fbclid=IwAR2RxXy8uySkioh-8y4ARyUgdxBGCV181UNUdmlra0OVpGSVoh0r6MWFc_A

Dettaglio eventi

  • Data:  – 
  • Categorie: 
 

Reti sociali e pandemia: quali risposte dal basso


Webinar con Domenico Chirico di Fondazione Charlemagne; Sara Vegni di ActionAid ItaliaAlberto Campailla di Nonna Roma.

Giovedì 18 giugno, ore 18:30
In diretta sulla nostra pagina facebook dove trovi anche i video dei precedenti appuntamenti!

GUARDA LA DIRETTA DELL’EVENTO


Durante il lockdown e ancora oggi nella fase 2, assistiamo ad una straordinaria azione di gruppi ed associazioni che stanno rispondendo alla crisi sociale e sanitaria attuale con azioni di solidarietà diffusa ed organizzata. Il Terzo Settore tuttavia è in forte crisi e le reti sociali denunciano l’assenza dello stato e di politiche di welfare adatte a rispondere all’impoverimento di milioni di famiglie nel paese.

Come organizzare la risposta? Quali le organizzazioni e le Fondazioni che si stanno muovendo per leggere il presente e costruire risposte sistemiche e di lungo respiro alla crisi? quali le responsabilità degli enti locali, dello stato e dei decisori politici?


L’appuntamento è organizzato in collaborazione con il CDCA – Centro Documentazione Conflitti Ambientali  ed è inserito nella rassegna “#PillolaVerde: Prospettive ecologiche per un mondo da ricostruire”. Info su: https://bit.ly/pillolaverde

 

Vai all’evento facebook

 

Fonte: https://asud.net/events/event/reti-sociali-e-pandemia-quali-risposte-dal-basso/

Pagina 1 di 3

Contatti

P.zza Bologni, 355
Palermo, PA Mobile: +39 320.9345815
www.italiasociale.it