Cominciamo la nostra rassegna, informandovi di un importante decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri firmato in data 4 marzo 2020, e di cui abbiamo notizia direttamente dal sito ufficiale della Presidenza del Consiglio, www.governo.it
Con tale Decreto sono state adottate nuove significative misure in materia di contrasto e contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus.
Sono infatti stati sospesi i convegni, i congressi, i meeting, gli eventi sociali nonché tutte le manifestazioni di qualsiasi natura presenti sul territorio nazionale.
Sono inoltre sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in luoghi sia pubblici che privati. Resta invece consentito, nei comuni diversi da quelli di cui al decreto del Presidente del Consiglio del 1° marzo 2020, lo svolgimento dei predetti eventi sportivi nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, a condizione che siano effettuati all’interno di impianti sportivi a  porte chiuse.
Le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.
Infine, lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi a patto che sia possibile consentire il rispetto delle raccomandazioni contenute all’interno della normativa.
Ricordiamo anche che le disposizioni presenti nel decreto, salvo diverse specifiche, producono effetto dalla data di adozione del medesimo e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Nell’ambito degli interventi attuati al fine di contenere l’emergenza epidemiologica, Il MINISTERO dell’ECONOMIA e delle FINANZE, con proprio decreto che sarà pubblicato in GU, sospende  i versamenti delle imposte, delle ritenute, delle cartelle di pagamento, degli accertamenti esecutivi, nonché  ogni altro  adempimento tributario previsto dalla normativa vigente, in scadenza nel periodo compreso tra il 21.02 ed il 31.03.2020.
Il provvedimento riguarda tutti i  contribuenti, le persone fisiche, le società, nonché gli enti non commerciali residenti o con sede legale/operativa nel territorio degli undici comuni del lodigiano e del veneto interessati all’emergenza coronavirus.
Gli adempimenti ed i versamenti oggetto di sospensione dovranno essere assolti entro il mese successivo dal termine del periodo di sospensione.
Si evidenzia inoltre che le spese sostenute anticipatamente per partecipare a manifestazioni o ad eventi sportivi (spese viaggio, hotel, biglietti), annullati per impedire la diffusione del virus, sono rimborsabili.
A tal proposito si consiglia ai soggetti interessati di rivolgersi alle principali organizzazioni di consumatori.

Riportiamo ora un bando dal sito forumterzosettore.it, promosso dall’associazione Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il bando porta il titolo “Cambio Rotta” e si propone di sostenere interventi socio-educativi rivolti a minori tra i 10 e 17 anni di età segnalati dall’Autorità giudiziaria minorile e già in carico agli Uffici di servizio sociale.
Verranno promosse iniziative mirate a contrastare il fenomeno della devianza minorile attraverso la sperimentazione di soluzioni innovative e integrate.
Per contrastare il fenomeno, sarà necessaria la realizzazione di un percorso comune che unisca gli Enti del Terzo Settore, gli organismi della giustizia minorile e i servizi sociali territoriali, le famiglie, la scuola e gli enti di formazione.
Il Bando mette a disposizione complessivamente 15 milioni di euro e scade l’8 aprile 2020.

I progetti devono essere presentati esclusivamente on line, dal sito www.conibambini.org, e potranno avere una dimensione regionale o interregionale; per maggiori informazioni e i dettagli sui requisiti di partecipazione vi invitiamo a visitare il sito.

Proseguiamo con un articolo dal sito cybersecurity360.com, che fornisce varie informazioni in merito all’adeguamento della privacy che anche gli enti del terzo settore, così come le altre realtà, devono completare secondo le indicazioni fornite dal regolamento europeo sul GDPR, ovvero il regolamento generale sulla protezione dei dati.
L’anno appena concluso ha visto l’apportare di alcune modifiche e integrazioni al fine di rendere più chiari principi quali integrità, trasparenza, riservatezza e conservazione dei dati, stabiliti dal regolamento.
In particolare, ha previsto che i dati relativi agli associati possano essere comunicati agli altri associati anche in assenza del consenso degli interessati a condizione che ciò sia previsto dall’atto costitutivo o dallo statuto per il perseguimento di scopi legittimi e che le modalità di utilizzo dei dati siano rese note in sede di rilascio dell’informativa.
Anche la comunicazione e la diffusione dei dati sensibili all’esterno dell’associazione può essere effettuata previa informativa e purché i dati siano strettamente pertinenti alle finalità perseguite.
Altre modifiche riguardano la nomina di un DPO, una sorta di supervisore indipendente, che è obbligatoria per quegli Enti e quelle Associazioni che attuano un monitoraggio sistematico su larga scala dei beneficiari della loro attività principale oppure compiono un trattamento non occasionale di dati relativi a soggetti vulnerabili o trattamenti su larga scala di dati “sensibili”.

Pagina 1 di 2

About

  • Curabitur porttitor, ipsum vel cursus faucibus, lorem tortor tempus nulla, quis mollis elit nisi at urna. Vestibulum commodo tortor arcu, nec pharetra ligula iaculis eget. Nulla hendrerit at risus et consequat. Donec viverra felis massa.

Contact us

1766 Madison Ave.
New York, NY 10029
USA
+1 222 333 4567
Mobile: +1 222 333 6789
Fax: +1 222 333 5678
example.com

Quote

  • Those who dance are considered insane by those who cannot hear the music.