Stampa questa pagina
Vota questo articolo
(20 Voti)

P.I.U. SU.PR.EME. (PERCORSI INDIVIDUALIZZATI DI USCITA DALLO SFRUTTAMENTO)

Di Pubblicato Novembre 20, 2020
P.I.U. Su.Pr.Eme. (Percorsi Individualizzati di Uscita dallo Sfruttamento) è un progetto co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione e dall’Unione Europea, PON Inclusione – Fondo Sociale Europeo 2014-2020. È un intervento integrativo e complementare del Programma Su.Pr.Eme. Italia nelle aree a maggior presenza di lavoratori stagionali migranti nel settore agricolo e nelle aree urbane nelle cinque regioni del Sud Italia coinvolte. 
Il partenariato è composto dalla Regione Puglia (Lead partner) insieme alle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Sicilia e Nova Consorzio nazionale per l’innovazione sociale
Il progetto, partito a ottobre 2019 e della durata di due anni, si inserisce nell’ambito del Piano Triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato promosso dalla DG Immigrazione del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali.  
P.I.U. Su.Pr.Eme. mira a realizzare un’azione di sistema interregionale che integra e rafforza le iniziative già esistenti in materia di prevenzione, emersione e contrasto dello sfruttamento lavorativo e del lavoro irregolare.
 
METODO
 
1. Networking e approccio multistakeholders per qualificare la rete delle competenze degli operatori pubblici e privati coinvolti.
2. Coordinamento univoco e Punto Unico di Accesso ai servizi per assicurare prestazioni coerenti con le dimensioni interculturali dei cittadini dei Paesi Terzi;
3. Interventi multidisciplinari per rispondere in modo efficace alla complessità e multifattorialità dei bisogni dei destinatari;
4. Piani di Azione personalizzati e flessibili per progettare con ogni singola persona il percorso più adatto alle proprie esigenze.
 
AZIONI
 
1) GOVERNANCE: 
Attivazione di un ecosistema territoriale di supporto alla gestione di programmi complessi, capaci di rispondere in maniera personalizzata ai bisogni dei destinatari in ambito sociale, sanitario e abitativo. 
 
2) SERVIZI
Agevolazione e accompagnamento nell’acceso alle prestazioni attraverso il potenziamento della rete di sportelli di informazione, orientamento e presa in carico e la realizzazione di interventi di prossimità e outreaching nei luoghi di vita e di lavoro.
Sostegno all’abitare, attraverso la creazione di un’agenzia sociale di intermediazione alloggiativa, la sperimentazione di soluzioni abitative condivise e la concessione di contributi per i canoni di locazione. 
Gestione di attività info/formative, di tirocinio e di accompagnamento dei destinatari ai servizi per il lavoro.
Azione pilota di microcredito sociale per sostenere i destinatari promuovendo percorsi di inclusione sociale e finanziaria.
Help desk informativo che comprende numero verde, app e portale integrato multilingue in stretta integrazione con gli interventi previsti, anche per poter attivare prestazioni on demand. 
 
3) EMERSIONE E INSERIMENTO LAVORATIVO
Sviluppo di Piani di Azione Individuale per l’emersione, l’integrazione lavorativa e l’accompagnamento all’autonomia, a partire dalle esigenze molteplici ed eterogenee dei destinatari. Promozione della partecipazione degli stessi a percorsi di ricerca attiva del lavoro. Attivazione di strumenti efficaci di raccordo tra domanda e offerta.
 
4) IMPRENDITORIALITÀ
Avvio di nuove realtà imprenditoriali sostenibili, etiche e di qualità da parte dei destinatari attraverso l’accompagnamento e l’erogazione di contributi alle start up.
   
RISULTATI ATTESI
- 3000 persone di Paesi Terzi coinvolte in azioni di informazione e orientamento
- 1500 persone di Paesi Terzi coinvolte in percorsi di inserimento socio-lavorativo 
- Piani di azione locale e reti territoriali per la prevenzione e il contrasto del caporalato
- Oltre 50 nuove realtà imprenditoriali 
- marchio etico
- migliori condizioni di occupabilità dei destinatari
- maggiore opportunità di matching tra domanda e offerta di lavoro
- poli sociali per l’orientamento all’accesso ai servizi territoriali 
- soluzioni alloggiative dignitose e adeguate 
- sviluppo di modelli di governance innovativi, efficaci e sostenibili, anche attraverso iniziative di capacity building e partenariati pubblico-privati.
 
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
Fonte: http://www.integrazionemigranti.gov.it/Progetti-e-azioni/Pagine/P-I-U--Su-Pr-Eme--(Percorsi-Individualizzati-di-Uscita-dallo-Sfruttamento)-.aspx?fbclid=IwAR0Mqt1o3yrQLTMhLfroUjUkQKvzkXRQjNpChKFD5dbkby3MVlJq_ZaSBCg
Letto 7048 volte Ultima modifica il Lunedì, 30 Novembre 2020 18:08

Video

3 commenti

  • John Doe

    Aliquam porttitor mauris quam, sit amet mollis libero tempor sit amet. Aliquam mollis quam rutrum augue cursus consectetur. Sed faucibus congue interdum. Suspendisse eu fringilla est, ac vulputate elit.

    John Doe Venerdì, 20 Dicembre 2013 14:27 Link al commento
  • Johanna Maur

    Praesent eget pretium nulla. Donec vulputate quam id nisl semper consectetur. Maecenas id justo ullamcorper augue sagittis blandit eget mattis turpis.

    Johanna Maur Venerdì, 20 Dicembre 2013 14:25 Link al commento
  • James J. Finley

    Curabitur in lacinia sem. Sed augue lacus, ullamcorper a placerat ac, accumsan in orci. Pellentesque tortor lectus, fringilla sit amet laoreet nec, posuere id lacus.

    James J. Finley Venerdì, 20 Dicembre 2013 14:24 Link al commento
Devi effettuare il login per inviare commenti